Le acque sotterranee della Piana del Cansiglio (2009)

Le acque sotterranee della Piana del Cansiglio di Stefano *Lancillotto* Rossetti (GSFe) per il “Progetto Cansseia”

 

Tratto da Speleologia n. 60 – Giugno 2009

 

Col della Rizza 26L’Abisso Col della Rizza (n. 904 del catasto Friuli Venezia Giulia) è una cavità tuttora in esplorazione, che raggiunge ormai i 4 km di sviluppo e gli 800 m di profondità (vedi Notizie Italiane su “Speleologia” n. 48, 52 e 55).

L’Abisso si apre nel Bosco del Cansiglio (Caneva, PN), una delle zone idrogeologicamente meno conosciute d’Italia, nonostante la presenza di tre grosse risorgenti alla base del massiccio calcareo (Gorgazzo, Santissima e Molinetto) e un’altra grossa risorgenza (Meschio) alla base del Col Visentin, poco distante dal Bosco del Cansiglio.

In una pausa esplorativa (settembre 2008) si è pertanto deciso di effettuare un tracciamento nella cavità in oggetto e una, in parallelo, anche al Bus de la Genziana (1000 V-TV), cavità il cui ingresso si apre ai margini del Bosco del Cansiglio, ma nel comune di Vittorio Veneto (TV).

Ovviamente i due tracciamenti sono stati fatti con due diversi traccianti: fluoresceina sodica uno e tinopal CBS-X l’altro.

Dai risultati del tracciamento, purtroppo, si è potuto determinare solo il percorso sotterraneo delle acque dell’Abisso Col della Rizza, poiché il tracciante utilizzato al Bus della Genziana non è stato rilevato.

I motivi possono essere due:
1) la concentrazione del tracciante alla sorgente era al di sotto dei limiti di rilevabilità;
2) tracciante uscente in altra sorgente non monitorata (più probabile la prima causa).

I risultati finali mostrano come le acque dell’Abisso Col della Rizza vengano a giorno nelle due seguenti sorgenti: sorgente della “Santissima” e sorgente del “Molinetto”; mentre la sorgente del “Gorgazzo”, poco distante, ha dato esito negativo, come pure la sorgente del “Meschio”.

Il tracciamento è stato il frutto della collaborazione tra diversi gruppi speleologici (Gruppo Speleologico Ferrarese, Gruppo Speleologico Sacile, Unione Speleologica Pordenonese, Gruppo Speleologico Vittorio Veneto e Gruppo Grotte Solve) e il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università degli Studi di Ferrara.

L’iniziativa è stata patrocinata da: Società Speleologica Italiana, Federazione Speleologica Friuli Venezia Giulia e Federazione Speleologica Veneta.

Notizie più approfondite saranno pubblicate su Speleologia e su International Journal of Speleology.

 

Visualizza la galleria fotografica relativa all’Abisso Col della Rizza

Commenti chiusi